IL CASTELLO NELLA ROCCIA

By Luca Giarelli - Own work, CC BY-SA 3.0, Link

Per renderlo inespugnabile fu costruito sfruttando una grotta naturale che lo rendeva irraggiungibile da tre lati, ma questa non era la sola caratteristica peculiare, un cunicolo segreto lo collegava con il fiume Vipacco, dall’altra parte dell’altura che non solo poteva servire da via di fuga, ma venne astutamente utilizzato da Erasmo di Lueg, suo proprietario, per i suoi rifornimenti quando la rocca fu sotto assedio per mesi da parte delle truppe imperiali che avevano l’ordine di bloccarlo per le sue attività ladresche.

Il signorotto, infatti, dopo aver ottenuto l’investitura baronale nel 1478 dall’imperatore Federico III d’Asburgo, si rifugiava nel castello a Predjama, oggi Castel Lueghi, dopo le sue scorrerie che all’inizio non erano note al sovrano, attraverso l’unica strada che lo collegava alla valle.

Secondo una leggenda, molto popolare ma senza alcuna prova a supporto, fu solo tramite il tradimento di un suo servitore che Luegher fu ucciso, avendo questi indicato con un espediente l’esatto momento in cui questi si era ritirato nel suo personale bagno del castello che avendo le pareti esposte e più fragili furono abbattute, schiacciandolo, con con una grandinata di palle di pietra lanciate dalla vallata.

Qualunque sia la verità, l’incredibile maniero, situato al riparo di una grotta carsica su una parete di roccia alta 123 metri, è oggi quasi tutto aperto al pubblico ed al suo interno si possono vedere la zona abitativa, la cappella, le prigioni, ricostruzioni di personaggi dell’epoca, mobilio e molte opere d’arte, anche se l’aspetto attuale del castello non è quello originale, ma è dovuto ad edificazioni effettuate dai suoi successivi proprietari, Gallemberg e Kobenzl.

Dal castello si accede alle grotte interne che sono parte di un vasto sistema di grotte carsiche con aperture panoramiche sui dintorni e nelle quali si trova anche una piccola struttura detta la tana di Erasmo.

Ogni mese di luglio si tiene la giostra di Erasmo con tornei nei quali villaggio ed abitanti si vestono con abiti medioevali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*